PAUL DESMOND – “Pure Desmond” – CTI (1974; LP)

Parto da una considerazione finale : Paul Desmond era un genio, un musicista ....

Continue reading

THE COOKERS – “Warriors” – Jazz Legacy Productions (2010)

Chi ha frequentato la scena del jazz negli anni ’70 non potrà mai dimenticare questi musicisti ..

Continue reading

JAZZ IN PIAZZA, D’ESTATE

La rassegna 2010 include in cartellone i programmi di "Offagna Jazz & Wine" di "Corinaldo Jazz 2010" e Senigallia "RAMinjazz", prendete nota!

Continue reading

ANCONA JAZZ SUMMER FESTIVAL 2010

Rivisitiamo assieme le magiche serate dell'ultimo festival estivo

Continue reading

BOB BROOKMEYER WORKSHOP

ANCONA JAZZ SUMMER FESTIVAL 2010 parte il 2 luglio con uno straordinario appuntamento : il mitico BOB BROOKMEYER terrà un seminario sui temi della composizione e dell' improvvisazione secondo il suo geniale approccio, una esperienza imperdibile

Continue reading

PETER BERNSTEIN – “Monk” – Xanadu (2008)

Per la sua opera più matura Peter Bernstein sceglie il confronto con il repertorio più complesso per un jazzista in genere, e per un chitarrista in particolare, quello di Thelonious Monk. Il tempo ha permesso ..

Continue reading

BOB BROOKMEYER – “Oslo” – Concord (1986; LP)

Difficile scegliere nella vasta discografia di Bob Brookmeyer un titolo particolare ..

Continue reading

BLOSSOM DEARIE – “Blossom’s Planet” – Daffodil (1999)

L’estrema difficoltà nel reperire i dischi della Doffodil ha fatto sì che solo da poco abbia potuto ascoltare questo CD, che è storicamente l’ultimo inciso da Blossom Dearie prima della sua morte, avvenuta nel febbraio 2009 dopo lunga malattia. Colgo pertanto l’occasione ..

Continue reading

ANDREW WHITE – “Passion Flower” – Andrew’s Music 5 (1974 LP)

La presenza di Steve Novosel nel trio di Larry Willis, secondo concerto de “Le Strade del Jazz 2010”, mi ha risvegliato il ricordo di un paio di dischi in cui compare ...

Continue reading

FRANK SINATRA – Live At The Meadowlands” – Universal (1986)

Per noi, sinatraiani incalliti, un disco come questo non può che suscitare l’emozione più profonda e, detto senza falsi pudori, anche qualche lacrimuccia.

Continue reading