Ancona Jazz The Finest in Jazz since 1973

VINCENT HERRING-PIERO ODORICI QUINTET “Charlie Parker Special Collaboration”

Data: 21 Marzo 2020 - 21:30

Ancona – Ridotto delle Muse – Sabato 21 Marzo – ore 21,30

Vincent Herring, sax alto; Piero Odorici, sax tenore; David Kikoski, pianoforte;
Aldo Zunino, contrabbasso; Hank Bardfield, batteria
 

Ecco il primo concerto dedicato a Charlie Parker nel centenario della nascita. Altre iniziative continueranno a luglio, nell’ambito del Summer Festival, ma intanto godiamoci questo quintetto nuovo di zecca, pieno di musicisti che conoscono il linguaggio bop come le loro tasche. Herring mancava da parecchio ad “Ancona Jazz”, avendo suonato l’ultima volta allo Sperimentale nel 1992 nel quintetto di Nat Adderley. Da allora la sua presenza è diventata richiestissima ovunque, e ne sono testimonianza gli oltre 250 dischi da sideman nonché una ventina da leader realizzati. Dall’alto di uno stile rigoglioso e vibrante, degno epigono del mentore Julian “Cannonball” Adderley, Vincent ha diviso il palcoscenico con personaggi come Freddie Hubbard, Dizzy Gillespie, Art Blakey Jazz Messengers, Horace Silver, Jack De Johnette Special Edition, Mingus Big Band. Insomma, un jazzista vero, che sa come infuocare la platea. D’altra parte, Piero Odorici svolge in Italia il medesimo ruolo di portavoce di uno stile tanto importante nel processo evolutivo del jazz, e che rimane fondamentale nel bagaglio di qualsiasi jazzista. Si accorsero di lui due grandi americani come Jackie McLean e Cedar Walton, il quale da ultimo gli aprì le porte per una realizzazione discografica negli Stati Uniti (“Cedar Walton Presents Piero Odorici”, Savant, 2011). Piero possiede un’invidiabile scioltezza nell’improvvisazione e padroneggia il repertorio come pochi. Nelle nostre rassegne è intervenuto spesso, da ultimo con il quartetto di George Cables e Victor Lewis nel marzo 2019, e in precedenza con il trombettista Eddie Henderson e nell’Europa Xpress del grande pianista e arrangiatore brasiliano Eumir Deodato, a riprova di una ricca versatilità. Il pubblico anconetano non può certo dimenticare, infine, le prove di un pianista dinoccolato e genialoide come David Kikoski, intervenuto negli anni passati in formazioni strepitose quali il quintetto di Randy Brecker, il quartetto di Bob Berg, il gruppo di Roy Haynes (straordinario concerto all’Aula Magna, in cui David suonò tra lo stupore generale con una sola mano, avendo l’altra ingessata), i quartetti con Joe Locke e Jeff Watts e, come ultimo nel 2010, in trio accanto a Eddie Gomez e Roberto Gatto.
Un quintetto così poderoso non può che basarsi su una ritmica altrettanto potente: Zunino e Bardfield garantiscono tutto questo, e anche di più nell’apporto solistico, a vantaggio di una serata che si preannuncia appassionante come poche e sicuramente di alto valore didattico.

Ingresso: posto unico euro 15,00 / ridotto soci MJN 2020 euro 13,00/studenti universitari euro 6,00
Prevendita in corso presso la biglietteria del Teatro delle Muse
Prenotazioni via mail presso: info@anconajazz.com / 350 0214370 WhatsApp

Book Online

Ridotto del Teatro delle Muse

Learn more