Ancona Jazz The Finest in Jazz since 1973

Dal libro “Jazz Anecdotes” di Bill Crow

Ci stiamo avvicinando al Natale, e questa la raccontò Clark Terry. Pensate a lui mentre canta i versi natalizi, e riderete ancor di più…

Un tale entrò in un negozio di animali per fare un regalo di Natale a sua moglie. Il commesso gli disse di sapere perfettamente cosa le sarebbe piaciuto e tirò fuori un uccellino da una gabbietta. “Questo è Chet”, esclamò, “ed è in grado di cantare canzoni di Natale”. Dopo aver osservato l’espressione di incredulità nel viso del cliente, diede una dimostrazione.
“Ha bisogno di riscaldarsi”, disse, “Potete darmi il vostro accendino?” L’uomo gli passò l’accendino, e il commesso sollevò l’ala sinistra di Chet e mise la fiamma leggermente sotto. Subito Chet cantò, “Oh Come, All Ye Faithful.”
“Ma è fantastico!” commentò il tizio. “E ascoltate questa”, disse il commesso, riscaldando l’altra ala di Chet, che subito cantò, “O Little Town Of Bethlehem.”
“Incartatelo! Lo compro!” disse il cliente. Quando tornò a casa, il tale salutò la moglie: “Cara, non posso attendere che arrivi il Natale per mostrarti che cosa ti ho preso. E’ una cosa meravigliosa.”
Tolse la carta alla gabbia e mostrò l’uccellino. “Ora, guarda che succede.” Alzò l’ala sinistra di Chet e vi pose sotto una candela di Natale che stava su una mensola. Chet immediatamente cantò “Silent Night.” La moglie era estasiata. “E non è tutto, ascolta ancora!” Dopo aver scaldato l’ala destra, Chet attaccò “Joy To The World.”
“Fammi provare”, implorò la moglie mentre si appropriava dell’uccellino. Colta dall’impazienza, avvicinò un po’ troppo la fiamma all’ala di Chet. Chet iniziò a cantare appassionatamente, “Chet’s nuts roasting on an open fire!” (letteralmente “Le palle di Chet stanno arrostendo sul fuoco”; gioco di parole sul primo verso di “The Christmas Song” di Mel Tormé, che recita : “Chestnuts roasting on an open fire”, cioè “Le castagne stanno arrostendo sul fuoco”)

Post a comment

due × 3 =

*