Ancona Jazz The Finest in Jazz since 1973

MADELEINE PEYROUX “Careless Love” – Rounder Records


Chi si ricorda di Madaleine Peyroux?
Probabilmente nessuno, visto che il suo precedente disco risale a ben otto anni fa. Un silenzio così lungo avrebbe potuto azzerare chiunque, ma Madeleine forse ha intuito che questo era il momento giusto per riproporre il suo canto elegante, dai contorni sfumati e preziosi, con un referente chiaro come il sole, Billie Holiday, il cui spettro sovrasta l’intera seduta.


Non sarò io a dolermene, perché la nostra cantante georgiana non è affatto una sterile imitatrice (e ce ne sono tante, purtroppo…), ma in realtà parte da Lady Day per esplorare in modo originale terreni contigui al jazz, e tuttavia propri della tradizione americana, legati al folk, alla Old Time Music, al blues rurale (e di questi generi vengono riproposte anche le caratteristiche strumentali).

Madeleine si muove sicura tra Leonard Cohen, Bob Dylan, Hank Williams, W.C.Handy e qualche standard (cito in particolare No More, stupenda canzone di Tutti Cammarata, che la Holiday rese immortale negli anni ’40, e che qui viene affrontata con la dovuta sensibilità) e , pur non possedendo la pastosità drammatica ed espressiva della più grande cantante di tutti i tempi (del resto, irripetibile per chiunque per sempre), offre un prodotto freschissimo sebbene calato nella storia, sempre piacevole e di arricchente ascolto. Fate attenzione anche ai musicisti che l’accompagnano, tutti di prim’ordine, con speciale menzione per Larry Goldings, il cui apporto nel doppio ruolo di sostegno e di solista è come al solito di primario interesse.
Altamente consigliato.


Massimo Tarabelli

Per saperne di più…

Sei utente iTunes?
Ascolta Careless Love on-line


 

Post a comment

tredici − dieci =

*