CRISTIANA ABBATE – “Namorando” – MDG (2009)

Con questo primo disco, Cristiana Abbate arriva ad un livello di profondità espressiva e di maturità stupefacenti.

Continue reading

CAROL FREDETTE “Everything In Time” – Soundbrush (2008)

Se amate Blossom Dearie, Barbara Carroll, Teddi King, Irene Kral, Jeri Southern, Pinky Winters, Patti Wicks, insomma la categoria delle “cabaret singers” che tanto ..

Continue reading

JOHNNY CARISI “The New Jazz Sound of Show Boat” – Columbia (1959)

Ecco il classico disco da collezione : leader ignoto o poco meno, nebulosità semi totale sulla formazione e sulla data d’incisione, possibilità di riedizione uguale a zero.

Continue reading

LEA DeLARIA “The Live Smoke Sessions” – Warner (2008)

Esce anche in Italia, del tutto alla chetichella come si può immaginare, questo nuovo disco – il terzo finora – di Lea DeLaria, singolare e bizzarro personaggio dello show business

Continue reading

AUGUSTO MANCINELLI “Tribute To Charlie Parker” – YVP (2004-2008)

Viene pubblicato solo ora, a pochi mesi dalla dolorosa scomparsa, l’ultimo disco del nostro, indimenticabile, Augusto “Mimmo” Mancinelli.

Continue reading

JERRY BERGONZI “Tenor Talk” – HighNote (2008)

Bergonzi è da tempo uno dei sassofonisti tenore di riferimento nel panorama del jazz. La sua maturità è quasi tangibile, e non mostra crepe o cedimenti di sorta. Al contrario ..

Continue reading

FRANCO CERRI “E venia da’ campi che di Cerri sentia” – Red Records (2008)

Alla veneranda età di 82 anni (portati con leggerezza ed eleganza assolute), Franco Cerri registra un disco semplicemente perfetto

Continue reading

ERIC KLOSS “Introducing Eric Kloss” – Prestige (1965)

Quando Eric Kloss incide questo primo disco per la Prestige ha appena sedici anni. Considerato il grave handicap della vista (cieco dalla nascita), possiamo ben affermare di trovarci di fronte

Continue reading

CHIHIRO YAMANAKA “Lach Doch Mal” – Emarcy (2006)

Non so nulla di questa pianista giapponese, anche perché all’interno del booklet compaiono soltanto sue foto e neppure una riga di presentazione, forse ritenute inutili dalla Universal.

Continue reading